Nessun commento

20 consigli di Home Staging per vendere velocemente la tua casa

Un semplice consiglio per iniziare, ma il miglior consiglio che un bravo professionista dell’Home Staging potrà mai darti.

La prima impressione del compratore è l’unica impressione che conta!

Su questo sito ho già risposto a domande sull’Home Staging, cos’è e come funziona come nel post nel quale ho mostrato esempi di Home Staging perché il termine è di difficile traduzione in italiano per cui mostrare Home Staging prima e dopo aiuta a comprenderne meglio il significato.

Infatti il significato di Home Staging più corretto in italiano sarebbe: valorizzazione immobiliare  oppure interventi di valorizzazione immobiliare.

L’Home Staging comprende anche altre attività oltre l’allestimento di case, alberghi o edifici commerciali; è l’arte di valorizzare un immobile per la vendita. Noi Home Stager ci occupiamo anche di concepire un servizio fotografico professionale e promuovere l’immobile da vendere attraverso i canali più efficaci. Perciò dobbiamo possedere competenze diverse per svolgere professionalmente il nostro lavoro.

Dopo aver valutato ogni immobile, casa o appartamento, è opportuno consigliare il proprietario anche su come presentare l’immobile al mercato, cioè se vendere una casa occupata o vuota.

consigli home staging la casa deve brillare come uno specchio! Stanza pulita vs stanza sporca

Se intendi mettere la tua casa sul mercato speri di venderla il più rapidamente possibile e ottenere il prezzo richiesto. Per te i miei 20 consigli di Home Staging: un articolo più esauriente di questo sull’Home staging, cos’è e come funziona non lo troverai altrove! Buona lettura.

1. Bella fuori, bella dentro! Cosa significa? Che la casa deve brillare come uno specchio fuori e dentro!

Molte persone che pensano di visitare la tua casa potrebbero cercare l’annuncio sul sito dell’agenzia immobiliare e decidere di fare prima un giro in auto, spesso decidendo sul posto se vale la pena vedere anche l’interno. Assicurati che la tua casa sia pronta ad attirare gli acquirenti seguendo questi consigli:

  • Vialetto d’entrata, eventuale marciapiede che circonda la casa, tutte le zone esterne devono essere pulite e ordinate. Niente scatole in giro, biciclette, vasi di fiori mezzi rotti,  piante morte. Insomma: quello che si vede fuori indica quello che potrebbe esserci all’interno. Disordine e sporcizia fuori significano che dentro potrebbe essere lo stesso.
  • Il numero civico sulla casa non si vede bene ed avresti sempre voluto sistemarlo oppure è vecchio o parzialmente rotto? Adesso è il momento di farlo. Quello esterno è coperto da piante o rami di alberi? Deve essere visibile anche da alcune decine di metri. Una casa difficile da trovare mette di cattivo umore l’acquirente ancora prima di averla vista. Ricorda: non si è mai abbastanza previdenti quando si tratta di scatenare emozioni nelle persone. Quindi meglio per te se l’acquirente è in uno stato d’animo positivo quando vede la tua casa per la prima volta.
  • Se è la stagione giusta per avere fiori sbocciati in giardino e piante rigogliose cura il tuo verde, poco o tanto che sia, ma curalo, innaffiando prati, fiori e arbusti periodicamente. Anche se gli acquirenti non sono giardinieri provetti oppure non amano il giardinaggio, piante e fiori secchi o poco curati sono una pessima vista.
  • Ricorda di falciare il prato e ridimensionare o aggiungere nuove aree se quelle esistenti sono secche, rovinate e ingiallite, se necessario. Non devi seminare nulla: oggigiorno i prati si acquistano in zolle o rotoli pronti da posare e in cinque minuti il tuo prato sarà nuovo ed eventualmente solo da pareggiare.
  • Lavare finestre e vetri di porte in ogni periodo dell’anno perché pioggia e polvere sono una costante di ogni stagione.
  • La tua casa ha un portico con pavimento di legno, mattonelle o mattoni? Forse qualche piastrella è sbeccata o crepata, se è di legno potrebbe bastare ridipingerlo o smacchiarlo. Certi acquirenti hanno la vista di un’aquila e notano anche la più piccola crepa o macchia sul pavimento.

Sono certa che qualche lettore penserà che fare il minimo è sufficiente e che “tanto l’acquirente se vuole cambiare qualcosa lo farà dopo che ha comprato la casa oppure che una finestra coi vetri sporchi o un prato non proprio perfetto non farà influirà più di tanto sull’offerta dell’acquirente”.

Non scherziamo ragazzi. Inviteresti per un secondo incontro un uomo o una donna che al primo appuntamento si sono presentati poco puliti e con abiti visibilmente usati?

Tutto è marketing a questo mondo: figuriamoci se l’apparenza non è un elemento fondamentale in ogni momento della vita e relazione umana. Acquistare una casa è la stessa cosa: l’apparenza iniziale è il primo biglietto da visita. Per questo si chiama Home Staging o “messa in scena”, perché serve a mettere in luce tutti i pregi di un immobile ed aumentarne il valore percepito.

Perciò mi ripeto: la tua casa deve essere perfettamente pulita e ordinata, fuori e dentro. Dai pavimenti lucenti e dalle finestre luccicanti, perfino i contatori devono essere puliti, soprattutto se esterni e a rischio ragnatele, stucco lavato … dunque, ogni superficie deve brillare. Questo è il modo più semplice (beh, forse non il più semplice, ma sicuramente il più economico) per aiutare la tua casa a mostrarsi al suo meglio. Potresti voler assumere professionisti per fare alcune delle cose davvero difficili, specialmente se hai una casa grande. Non far economie: questo passaggio è fondamentale!

2. Accogli i visitatori con un ingresso, un portone, un portico che inviti le persone ad entrare.

Anche se hai solo uno zerbino che sia pulito, se ci sono piante in vaso che i vasi siano puliti e non rotti e sottovasi nuovi e, se hai un ingresso coperto o un piccolo portico o veranda, che ci siano sedie o uno o due mobili per esterni puliti e appropriati alla tua casa. Tieni le luci della veranda accese la sera, nel caso in cui i potenziali acquirenti passino a piedi o in auto. Illuminare la parte frontale con le luci ad alimentazione solare è un bel tocco in più, specialmente se mostrerai la casa durante la sera. Tutte queste attenzioni non sono spese inutili ma accessori che notano due elementi: che ci tieni a curare la tua casa in ogni dettaglio e che intendi mostrare i suoi pregi agli acquirenti.

3. Eliminare tutto il disordine.

Se vuoi occuparti in prima persona dell’Home Staging della tua casa, tutto il disordine deve sparire, fine della storia. Non è facile e potrebbe essere necessario utilizzare un servizio a pagamento di Self Storage, che consente di affittare spazi di varie dimensioni e per periodi a scelta. Se hai un parente o un amico con un garage vuoto e capiente, potresti usare quello. Fare più spazio nella casa, svuotando armadi, credenze, sgabuzzini e cantine, eliminando tutto l’inutile e il superfluo fa sembrare la casa più spaziosa, più capiente e grande.

Attenzione: ci sono anche situazioni particolari che vale la pena di considerare. Se, ad esempio, la tua casa è famosa nel quartiere per il modo in cui è arredata, e dei vicini di casa sono interessati a comprarla, potrebbe valere la pena di rafforzare l’immagine che la tua casa riscuote nel vicinato. Prima di eliminare temporaneamente mobili e accessori occorre fare delle considerazioni accurate anche sui potenziali acquirenti e sullo stile della tua casa.

consigli home staging eliminare tutto il disordine - Foto di cucina con tanti oggetti

4. Trova un equilibrio tra pulito e vissuto.

Sì, lo so che ho appena detto di sbarazzarti di tutto il tuo disordine (e ti meriti una grande pacca sulla spalla se lo hai fatto), ma ora è il momento di riportare giudiziosamente alcuni elementi che renderanno davvero attraente la tua casa. Infatti, un intervento di Home Staging non elimina mobili in modo indiscriminato senza un progetto. Come Home Stager valuto sempre tutti gli elementi dell’arredamento di una casa e sostituisco solo quelli che non si armonizzano con uno stile che ho in mente di dare alla casa. Vanno bene vasi di fiori recisi, un cesto di prodotti agricoli freschi sul bancone della cucina o una ciotola di limoni accanto al lavandino. Quello che conta è l’idea che si vuole dare della casa, la messa in scena deve corrispondere a determinate regole ma esistono anche eccezioni.

5. Tavolo da pranzo con stile.

La sala da pranzo è spesso un punto cieco nella decorazione della casa. Tra una cena e l’altra, un grande tavolo da pranzo può apparire nudo e poco invitante, quindi renderlo interessante pensando ai visitatori può aumentare il fascino della sala da pranzo. Una disposizione di oggetti di grandi dimensioni può sembrare troppo rigida e formale, quindi prova ad allineare una serie di vasi più piccoli al centro del tavolo. La dimensione, lo stile e la disposizione degli oggetti sul tavolo da pranzo deve armonizzarsi con il resto dell’arredamento e con lo stile complessivo sia della sala sia della casa. Come ripeto spesso, fare Home Staging non significa buttare tre o quattro cuscini dai colori sgargianti sul divano e nascondere la polvere sotto il tappeto pochi minuti prima che gli acquirenti arrivino.

Leggendo i miei consigli, spero ti renderai conto che fare Home Staging è un’arte ma anche una tecnica che richiede esperienza, gusto, conoscenze in diversi campi, dai processi psicologici dell’acquirente e del venditore, alla percezione visiva, dall’importanza dei legami emotivi con oggetti e spazi all’applicazione di tecniche per stimolare processi emozionali. Tutto questo ti dimostra che è l’Home Stager è una professione che non può essere lasciata al caso.

Prossimamente ti parlerò di “Come usare la psicologia del colore per vendere casa velocemente”.

consigli home staging tavolo da pranzo con stile
Consigli Home Staging - tavolo da pranzo con stile - Photo by George Becker from Pexels

6. Dai un'occhiata ai tuoi pavimenti.

Come minimo, fai la pulizia completa a tutti i pavimenti (e tappeti puliti a vapore), ma considera di rifinire i pavimenti di legno se sono in cattive condizioni. Se non vuoi investire nella rifinitura, il posizionamento strategico dei tappeti può fare molto.

7. Cambia la posizione dei tuoi mobili.

Nel soggiorno, le disposizioni simmetriche di solito funzionano bene. Sposta i tuoi mobili dalle pareti e usa le coppie (di divani, sedie, lampade) per creare un’area di conversazione invitante. Le coppie danno sempre una sensazione di gusto, eleganza, raffinatezza ed equilibrio come le coppie di vasi identici su copritermosifoni  legno, le coppie di lampade moderne o vintage ai lati di divani o poltrone poste su tavolini bassi e così via.

8. Scegli raffinati colori neutri.

Non è il momento di sperimentare quel verde lime dall’aspetto “divertente”. Ciò non significa neppure preferire il bianco assoluto. I toni neutri più o meno intensi come il mocha e il “grigio-beige” creano uno sfondo ricercato che rende tutto più armonico.

9. Crea una camera da letto matrimoniale di genere neutro.

Voglio dire che non la camera da letto padronale non deve essere di gusto chiaramente maschile né evidentemente arredata da una donna. Deve fare appello a tutti i generi e piacere a tutti quindi essere pulita, non standard come se fosse stata comprata su catalogo, priva di oggetti personali e ovviamente in perfetto ordine. Non puoi sbagliare con lenzuola pulite e fresche, quadri di buon gusto e una coperta piegata ai piedi del letto.

Consigli home staging scegli raffinati colori neutri - Foto di camera da letto matrimoniale

10. Aria e luce agli armadi.

I visitatori di una casa con gli armadi aperti adorano sbirciare all’interno. Lo spazio nell’armadio può essere un punto di forza per gli acquirenti, quindi mostra il tuo senza problemi eliminando abiti e accessori in eccesso e lasciando vedere un armadio ordinatissimo ma senza troppi articoli in mostra. Non deve sembrare l’armadio di Carrie Bradshow di Sex and the city ma neppure un esempio di minimalismo giapponese. Ancora una volta, questo è davvero importante, quindi, anche se è necessario conservare alcune scatole altrove come in un Self Storage, ne vale la pena. Cerca di creare uno spazio vuoto fra il 20 e il 30 percento dello spazio totale in ogni armadio per aumentare il senso di ampiezza e sobrietà. È facile, in fondo, basta liberarsi di tutto ciò che non è di stagione.

11. Casa tua non è un negozio di giocattoli.

Naturalmente ci saranno famiglie con bambini che visitano la tua casa, ma solo perché sono famiglie con bambini non significa che debbano vedere i giocattoli dei tuoi figli sparsi ovunque. Ricorda che quando le persone cercano la casa, stanno immaginando un nuovo inizio. Mostra agli acquirenti che in questa casa è possibile avere una stanza per bambini ben organizzata e potrebbero essere influenzati positivamente perché forse nell’abitazione dove vivono lo spazio è inferiore e meno organizzato. Mai dire mai.

12. Usa le stanze "extra" con saggezza.

Hai utilizzato una camera da letto di riserva come discarica per strani mobili, per scatole che non entravano in garage, una specie di lavanderia o per scaffali pieni di libri e giocattoli? È tempo di ripulirla. Ogni stanza dovrebbe avere uno scopo definito, quindi pensa a ciò che i potenziali acquirenti potrebbero vedere qui. Un ufficio? Una camera per gli ospiti? Un’altra stanza per bambini? Che tu compri mobili economici, li noleggi o ne prenda in prestito alcuni dagli amici, creare una vera stanza che sembri creata appositamente per uno scopo ti darà un grande vantaggio su una casa simile alla tua, offerta allo stesso prezzo.

Trucco del mestiere ...

Tutti questi consigli non servono solo a migliorare la percezione visiva della tua casa ma anche a renderla più competitiva rispetto ad una casa simile o uguale venduta ad un prezzo identico o simile. Ogni volta che pensi di vendere la tua casa considera che nel tuo quartiere possono esserci altre case come la tua allo stesso prezzo. Quindi la competizione si fa più dura. Perciò ogni scelta di Home Staging che faccio tiene in considerazione anche questa possibilità. Ecco perché fare l’Home Stager significa anche fare un’analisi delle offerte immobiliari limitrofe.

13. Prova un lavandino su piedistallo per massimizzare lo spazio.

Hai un bagno piccolo ma un enorme lavandino incassato in un mobile? Considera la possibilità di sostituirlo con una versione a piedistallo semplice. Il tuo bagno apparirà immediatamente più grande.

14. Usa solo accessori personali perfetti.

Soprattutto in bagno, è importante che qualsiasi cosa lasciata visibile per i visitatori sia immacolata. Se hai un bellissimo soffice accappatoio bianco, appenderlo a un gancio decorativo sulla porta può essere un accessorio attraente, diversamente un accappatoio a bellissimi fiori grandi potrebbe fare arricciare il naso a qualcuno. Il consiglio più difficile in assoluto: osserva ogni dettaglio con l’occhio di un visitatore, mettiti nei panni di altre persone con gusti diversi dai tuoi. Se non proprio non te la senti allora chiedi aiuto ad un Home Stager. Fra gli accessori che devono essere sempre nuovi ci sono saponette, spugne, asciugamani candidi. Anche in questo caso non ce la fai proprio a ricordarti di cambiare le saponette ad ogni visita o togliere di mezzo spugne, guanti per la doccia, flaconi di shampoo? Ricordati che il modo in cui mantieni la tua casa rivela molto di te come persona.

Una cura maniacale a volte non basta.

Per qualcuno una casa disordinata è sinonimo di famiglia o persona trascurata e questo potrebbe anche indurre l’acquirente a pensare che forse l’offerta è troppo alta oppure che stai tentando di tenere il prezzo oltre il vero valore della casa oppure, ancora, che una casa trascurata nei dettagli nasconde sicuramente difetti.

15. Invita le persone ad esplorare tutta la casa.

Posizionando qualcosa che attira lo sguardo in cima alle scale, nei corridoi o negli angoli, puoi suscitare curiosità e mantenere i potenziali acquirenti interessati durante l’intero tour della casa. Un’opera d’arte, un muro messo in evidenza con un colore più acceso, una sedia vicino ad una finestra, un vaso di fiori, una lampada a sospensione o anche un piccolo tappeto colorato possono tutti servire a creare la famosa “prima impressione”.

16. Mostra come puoi usare le aree “strane”.

Se hai una stanza sotto le scale, un angolo o una nicchia in qualsiasi punto della casa, prova a trovare un modo unico per evidenziarlo. Installa una piccola postazione di lavoro, un pannello per la domotica, una bacheca o scaffalature a muro; il tuo posto strano diventa un altro elemento di attrazione e vendita.

17. Fai attenzione agli odori degli animali domestici.

Davvero, questo può essere un grosso problema! Se hai animali domestici, pulisci a vapore tutti i tappeti e fai molta attenzione all’aspirazione e al lavaggio delle superfici. Assicurati anche di tenere nascosti eventuali giocattoli per animali e ossa di agnello o di pelle bovina. Consiglio ultra pratico! Fai una lista di oggetti da nascondere così quando riceverai visite sai già cosa fare per prima ovvero cercare tutte le voci sulla tua lista della salvezza, trovarle e spuntarle dopo averle riposte in una o più scatole e nascoste temporaneamente!

18. Crea uno stile di vita che le persone stanno cercando.

In generale, dovresti riprodurre ciò per cui il tuo quartiere o la tua zona sono noti. Hai una casa in un sobborgo tranquillo e ricco di verde? Appendere un’amaca nel tuo cortile e un’altalena sulla veranda potrebbe essere il tocco perfetto. Il consiglio viene da una Home Stager esperta: la tua “messa in scena” deve ricreare lo stile di vita che farà pensare agli acquirenti: “Ecco, questa è la casa perfetta per me, la mia famiglia, i miei hobby, il mio lavoro…”.

19. Home Staging anche all'esterno.

Anche se il tuo condominio ha solo un balcone grande come un francobollo, gioca con un grazioso tavolo e sedie da bar, una tovaglia allegra e persino un vassoio di piatti o un vaso di fiori. Quando le persone guarderanno questa scena, non penseranno “Cosa ci metto in questo buco di terrazzo?“. Invece esclameranno: “Che posto incantevole dove fare colazione!”

home staging anche per balconi e terrazzi - Piccolo balcone arredato

L’ultimo consiglio per un Home Staging che ti aiuterà a vendere la tua casa più velocemente ed al prezzo richiesto e se pensi che tutto questo sia difficile da realizzare o non hai tempo ti consiglio di rivolgerti ad un professionista del settore.

20. Pensa alle stagioni.

Assicurati che il tuo giardino sia in perfetta forma in estate e che tutte le “zone extra” come una piscina o una zona per il barbecue o per accendere un fuoco, siano pulite e pronte per l’uso. Approfitta dell’atmosfera accogliente della stagione in autunno e in inverno accendendo il fuoco nel camino o in estate pulendo la piscina e asciugando il perimetro. Lettini e ombrelloni aperti ma no salvagente e materassini in giro.