Nessun commento

Emergenza sanitaria: lettera aperta ai miei clienti, amici e fan.

Cari clienti, amici, fan dei profili social di Mazzini Casa,

prima di informarvi sulle nuove modalità per restare in contatto fra di noi per motivi professionali, volevo fare una serie di considerazioni in questo momento così importante nella vita di tutti noi.

Con aggiornamenti del 12 marzo 2020

Come sapete dal 10 marzo tutta l’Italia diventa zona protetta. Non è una bufala, non è una fake news. È una situazione di vita che ogni italiano deve accettare, per legge e cercare di trasformare in un’occasione di riflessione e, mi auguro per tutti, in un’opportunità per scoprire modi diversi di utilizzare il tempo per il lavoro per chi può lavorare da casa, il tempo per il relax, il tempo per la riflessione, il tempo per stare insieme. Ma in casa!

Molti di noi oggi si accorgono che quel “posto” che chiamiamo casa spesso è considerato solo un luogo con pareti, porte, finestre. E camere che contengono oggetti, abiti, attrezzi, strumenti elettronici per il tempo libero e per comunicare con il mondo che “sta fuori”.

Oltre che a passare il tempo su Facebook o inviando messaggi su Whatsapp o guardando partite di calcio o film, l’emergenza sanitaria ci invita anche ad osservare chi ci sta intorno, ed a guardaci dentro.

I ritmi di vita frenetici che caratterizzano lo stile di vita di molti di noi, hanno relegato in secondo piano i legami fra le persone che condividono lo stesso ambiente.

Oggi, costretti vivere tutti insieme gran parte della giornata, ci chiediamo chi sono per noi le altre persone che condividono la stessa abitazione. Perché se non lo abbiamo fatto prima, questo ora siamo portati a fare: farci domande non solo su come “passare il tempo” ma anche in compagnia di chi. Del papà? Della mamma? Di fratelli o sorelle? Dei nonni? Di mariti o mogli o dei figli?

Quando una casa diventa più di una costruzione con muri e un tetto.

Questa emergenza sanitaria è anche un’occasione per capire che il luogo chiamato casa ora è più di un insieme di pareti: è un riparo, un sostegno, un nido, il simbolo di una battaglia che ci vede coinvolti tutti, tutti noi italiani, tutti noi esseri umani cittadini del pianeta Terra. E non basterà isolarci ognuno in una stanza, accendere il computer o la televisione o iniziare ad usare lo smartphone come uno strumento di contatto con l’universo intero. I riti che solitamente viviamo al di fuori della casa, come il pranzo o la cena, all’improvviso tornano ad assumere un’importanza straordinaria perché sono occasioni per parlarci, confrontarci e darci conforto e sostegno in questo particolare momento.

In questa situazione che tutti ci auguriamo sia temporanea e si risolva per il meglio per tutti, che lo vogliamo o no, riscopriamo che “Nessun uomo è un’isola, completo in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto.” (tratto da “Devozioni per occasioni d’emergenza” di John Donne).

Dobbiamo stare insieme per tutelare della nostra salute, quella del nostro nucleo familiare e dei nostri amici, parenti, conoscenti e concittadini, dobbiamo passare del tempo insieme, più di quanto eravamo abituati fino ad ora; è un’opportunità che dobbiamo voler cogliere per ripensare anche ai valori che condividiamo come famiglia, come individui e come abitanti del mondo. Se non usiamo quest’opportunità per osservare noi stessi, gli altri, i modi in cui usiamo il tempo e la nostra casa, perdiamo una grande possibilità di scoprire il valore delle cose semplici, dello stare insieme per una causa comune e per il bene di tutti i nostri simili, vicini e lontani.

 

L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.  (Stephen Hawking)

Come vivo io questa limitazione degli spostamenti?

Anche io, come professionista e titolare dell’agenzia Mazzini Casa ho accettato di buon grado il Decreto #Iorestoacasa adeguando la mia attività professionale ed i miei spostamenti alle nuove norme e scoprendo che posso lavorare e mantenere vivi i rapporti personali utilizzando altre modalità offerte dalle tecnologie digitali.

 

Poiché il mio lavoro dipende principalmente dal contatto con le persone ho pensato di scrivere questo piccolo memorandum ad uso dei miei clienti e contatti, anche per dimostrare che in molti casi il lavoro può e deve proseguire senza interruzioni – perché motivazione e capacità di adattamento devono essere il volano per affrontare gli ostacoli che possono frapporsi all’improvviso in ogni attività economica.

 

I miei orari di lavoro e modalità operative

Tanto per iniziare l’agenzia resta aperta durante i consueti orari di lavoro indicati di seguito.

Tuttavia voglio ricordare che la mia attività si svolge esclusivamente previo appuntamento.

Perciò non si tratta di orari di “apertura al pubblico” bensì delle fasce orarie in cui ricevo, quando presente, per firmare pratiche, incontrare nuovi clienti e svolgere altre attività. Naturalmente quando gli incontri si svolgono presso l’abitazione del cliente o altrove l’agenzia in questi orari è chiusa.

  • Lunedì: 9:30 – 13:00 / 15:00 – 19:00
  • Martedì: 9:30 – 13:00 / 15:00 – 19:00
  • Mercoledì: 9:30 – 13:00 / 15:00 – 19:00
  • Giovedì: 9:30 – 13:00 / 15:00 – 19:00
  • Venerdì: 9:30 – 13:00 / 15:00 – 19:00
  • Sabato: 9:30 – 12:30
  • Domenica: chiuso

 

Aggiornamento del 12 marzo 2020

Come annunciato dal premier Giuseppe Conte in diretta Facebook sono previste nuove misure più restrittive per contrastare l’emergenza coronavirus, valide per due settimane. Il provvedimento, pubblicato in Gazzetta ufficiale, avrà validità dal 12 al 25 marzo.

Perciò l’agenzia Mazzini Casa resterà chiusa dal 12 al 25 marzo.

Appuntamenti o incontri di lavoro o richieste informazioni in ufficio

Il buon senso, in questo caso, supplisce alle eventuali lacune del Decreto governativo.

Ciò significa che io continuerò ad incontrare clienti e ricevere persone in ufficio per richieste di informazioni o appuntamenti di lavoro per brevi incontri e in condizioni che permettano di salvaguardare la salute di entrambi.

Sarà rispettata la distanza di sicurezza di un metro o due fra le persone.

Gli incontri saranno della durata strettamente necessaria a rispondere alle richieste di clienti e potenziali acquirenti e credo sia saggio non ammettere più di una persona per volta all’interno dell’agenzia.

Gli appuntamenti già fissati che avranno luogo entro la città di Ravenna e che non potranno essere posticipati, si svolgeranno presso la sede dell’agenzia oppure presso l’abitazione del cliente solo ed esclusivamente qualora all’appuntamento sia presente non più di una persona.

 

Simonetta Iantosca Mazzini Casa RavennaAppuntamenti in video meeting

Se hai già fissato un appuntamento con me ma hai deciso di non sentirti sufficientemente garantito/a nel tuo diritto di tutelare la tua salute, possiamo organizzare un video meeting che si svolgerà utilizzando un programma apposito di facile installazione sia sul tuo computer sia sul tuo smartphone.

Allo stato attuale delle cose, farò il possibile per garantire la prosecuzione degli appuntamenti e delle trattative in corso nel rispetto delle leggi emanate in questi giorni.

Tuttavia qualora nei prossimi giorni si rendano necessarie modifiche alla modalità di lavoro clienti ed acquirenti saranno informati tempestivamente.

In seguito alla nuova normativa in vigore dal 12 al 25 marzo 2020 tutti gli appuntamenti sono sospesi fino a nuova data.

 


 

Conclusione

Pensando alla situazione straordinaria nella quale tutti noi ci troviamo nostro malgrado, invito clienti ed acquirenti a mantenere gli impegni presi allo scopo di favorire la ripresa delle attività produttive e commerciali già provate dalla situazione economica ed a sostenere questo paese nel momento in cui una grandissima coesione è di fondamentale importanza per scongiurare l’aggravarsi dell’economia nazionale.

Un pensiero per chi è in prima linea

Prima di concludere desidero inoltre far pervenire un caloroso abbraccio ed un pensiero positivo a tutti coloro i quali devono lavorare in condizioni di pericolo e a tutto il personale sanitario che opera in questa Italia provata dall’emergenza ma non vinta, colpita all’improvviso da un evento imprevedibile ma non distrutta, ferita ma in grado di guarire e risollevarsi grazie alla forza della consapevolezza delle persone di buon senso che fanno e faranno il loro dovere di esseri umani aiutando quando c’è bisogno di aiuto ma, al tempo stesso, rispettando norme e divieti quando significano la salvaguardia delle vite degli altri, che siano sconosciuti o familiari.

Perciò aderiamo con fiducia, speranza e buon senso all’invito del Governo Italiano #Iorestoacasa

Grazie,

Simonetta Iantosca.

 

Informazioni e documenti ufficiali che possono servirti.